VILLA BORGHESE

Villa borghese

una passeggiata nel verde, immersi dentro il cuore di roma. alla scoperta di natura arte e storia

Roma non è solo una città di rara bellezza che incanta con i suoi innumerevoli monumenti, con la sua arte e la sua storia, Roma è anche la città del verde. Sembra strano a dirsi, una metropoli con la più vasta area verde, ma non solo in Italia, di tutta Europa, invece è così. Roma vanta ben 30km2 tra parchi e ville seicentesche, e Villa Borghese è la villa più centrale di Roma. La Villa è situata proprio nel cuore della Città Eterna, e ironia della sorte, tutto il parco ha proprio la forma di un cuore. Durante questo rilassante tour, che si può svolgere sia in bici che a piedi, ci immergeremo nel verde di Villa Borghese e seguiremo l’esempio di generazioni di Romani dall'antichità fino ai giorni nostri con un meraviglioso mix tra natura, arte e storia. Il parco è situato sul Colle Pincio nel cuore di Roma e fu di proprietà dell’omonima Famiglia Borghese a partire dal tardo cinquecento. Ma quest’area fu già conosciuta dagli antichi Romani, che usavano questo territorio per lussuose ville e giardini estivi per fuggire dal caldo torrido della città e respirare aria più fresca. Durante i secoli i proprietari di questo colle sono cambiati tante volte, ma mai la sua destinazione. Infatti oggi il Parco di Villa Borghese è il più centrale e popolare giardino pubblico dove sia romani che turisti vanno per rilassarsi, fare sport e picnic, oppure per ammirare le mille bellezze storico-artistiche del parco. Durata tour: 3h Lunghezza del percorso: ca. 7km Salite: ca.64 m Discese: ca. 65 m Difficoltà: facile

Mappa - Villa Borghese_ritagliata

IL PERCORSO

Piazza del Popolo
Una volta, la piazza situata più a nord di Roma è stata per molti secoli la porta d’ingresso per quasi tutti i viaggiatori, quindi una delle piazze più importanti dal punto di vista rappresentativo. Risistemata quasi interamente all’inizio dell’ ottocento, oggi è la piazza più moderna del centro storico, uno dei tanti punti di ritrovo di giovani e meno giovani, artisti di strada, e soprattutto, piazza della dolce vita di Federico Fellini.
Mausoleo di Augusto
La tomba familiare del primo imperatore romano edificata alla fine del I secolo a.C. oggi si trova in stato di rovina. Nonostante fosse stata riutilizzata in diversi modi durante la sua storia si può ancora riconoscere a primo impatto la tipica forma dei mausolei romani.
Piazza di Spagna
Questa piazza, che una volta ospitava l’ambasciata spagnola per lo Stato Pontificio è conosciuta soprattutto per la sua scalinata che connette la piazza sottostante alla chiesa ‘Trinità dei Monti’ situata al di sopra della scalinata sul colle Pinciano, con ai piedi la famosissima “Barcaccia” opera di Bernini, 1600. Prima della costruzione della scalinata, era una vallata verde che collegava al Pincio stesso. Nell’epoca moderna è una delle piazze con più flusso di aggregazione di giovani e meno giovani, famiglie, coppiette, amici, ed è la piazza per eccellenza dove conoscere persone nuove da tutto il mondo, complice il fatto degli scalini, da dove oltre una vista piacevolissima e mondana, si poteva sostare fino a poco tempo fa.
Trinità dei Monti
Una delle cinque chiese francofone di Roma, Trinità dei Monti fu costruita nel cinquecento in stile gotico e rinascimentale. Oggi è famosa sopratutto per la sua posizione direttamente al di sopra dell’ omonima scalinata che la connette con Piazza di Spagna. Sul piazzale davanti alla chiesa si trova l’Obelisco Sallustiano, uno dei tredici obelischi antichi di Roma.
Villa Medici
Sul territorio dove in epoca romana erano collocati degli sfarzosi giardini, i Horti Luculliani, oggi è situata Villa Medici. E’ una splendida villa rinascimentale appartenuta prima alla Famiglia Medici e poi utilizzata come ambasciata del Granducato di Toscana. Più tardi venne acquistata dalla Francia e dal 1800 è sede dell’Accademia di Francia a Roma.
Belvedere e Casina Valadier
Il Punto più alto del Colle Pinciano è anche una bellissima terrazza panoramica, situata nelle dirette vicinanze del centro storico di Roma. Da qui si gode di una magnifica vista direttamente sui tetti e le terrazze, le cupole e i campanili della Città Eterna. Sul belvedere è situata anche una piccola villa ottocentesca, Casina Valadier, che fu edificata in stile neoclassico dall’omonimo architetto, e per alcuni decenni fu punto di ritrovo della vita mondana ed artistica anche grazie alla splendida vista che si gode dalla sua terrazza.
Arco di Settimio Severo
Questo arco neoclassico fu costruito nell’ottocento basandosi sugli antichi archi trionfali romani, specie l’Arco di Tito con in cima la statua dell’imperatore romano Settimio Severo.
Laghetto e Tempio di Esculapio
Piccolo laghetto in mezzo al parco con un’isoletta artificiale sulla quale si trova il tempio di Esculapio. Questo tempio fu edificato nel tardo settecento in stile neoclassico per ospitare un’antica statua romana del dio della medicina ritrovata da poco.
Tempio di Diana
Un piccolo tempio rotondo costruito nel tardo settecento in stile neoclassico per ospitare una statua di Diana, Dea della caccia. Si trattava di una copia romana di una statua greca. La statua oggi si trova al Museo del Louvre, ma tuttora si può ammirare il bellissimo tempietto.
Porta Pinciana e Mura Aureliane
Porta Pinciana è una delle porte di accesso della seconda cinta muraria romana, le Mura Aureliane, e fu realizzata nel V secolo. Nonostante durante i secoli ci fossero stati alcuni restauri si tratta di una delle poche porte romane con aspetto quasi originale.
Fontana dei Cavalli Marini
Tra le tante fontane che adornano il parco di Villa Borghese c’è la “Fontana dei Cavalli Marini”, una fontana a vasca circolare del tardo settecento, che mostra quattro cavalli marini.
Villa Borghese (esterno)
Il Casino nobile di Villa Borghese fu costruito a partire dal seicento prendendo esempio di altre ville nobiliari come Villa Medici e Villa Farnesina e fu adornato di innumerevoli bassorilievi e busti antichi. Lo scopo principale della Villa fu accogliere la collezione privata della famiglia. Sopratutto Cardinale Scipione Borghese fu un eccezionale collezionista che comprò e trafugò preziosissime tele e sculture. Agli inizi del novecento la Famiglia Borghese fu costretta a vendere sia il Parco che la Villa e la sua collezione allo Stato Italiano che trasformò la Villa in Museo. Grazie alla sua ricercata collezione Galleria Borghese oggi è tra le migliori in Italia e nel mondo e ospita un consistente numero di pezzi di magnifici artisti come Caravaggio, Bernini, Raffello, Tiziano e tanti altri.
Giardini Segreti
I Giardini segreti sono dei piccoli giardini all’interno del parco di Villa Borghese e furono di uso esclusivo dei Principi Borghese. Questi giardini risalgono al seicento e servivano per una collezione di piante rare ed esotiche.
Padiglione dell’Uccelliera
Piccolo padiglione del seicento riccamente decorato con affreschi, stucchi e rilievi che ospitava la collezione di uccelli rari e spesso esotici dei Borghese.
Meridiana
Padiglione simile all’ uccelliera contenente un orologio solare.
Parco dei Daini
Il Parco dei Daini prende il suo nome dai daini e dalle gazzelle che fino all’ottocento vivevano nel giardino che era la riserva privata dei Principi Borghese. Delle erme fungevano come delimitazioni dei viali, ad opera di Pietro e Gian Lorenzo Bernini, alcuni dei quali si possono ammirare ancora oggi.
Bioparco (esterno)
All’interno del parco di Villa Borghese è situato lo Zoo di Roma, da pochi anni trasformato in Bioparco, il primo Zoo italiano le cui origini risalgono all’inizio del novecento. Oggi ospita più di 200 specie di animali diversi.
Tempio di Antonino e Faustina
Questa finta rovina fu realizzata nel tardo settecento e presenta un misto tra elementi moderni ed elementi antichi trovati soprattutto sul Foro Romano. Al centro del tempio si trova l’antica statua di Faustina, moglie dell’imperatore Antonino Pio ed imperatrice romana.
Fortezzuola - Museo Pietro Canonica
Questo edificio che a prima vista potrebbe sembrare una piccola fortezza per le mura di cinta in stile medievale, In realtà era il cosiddetto “Gallinaro” dove a partire dal seicento furono allevati volatili, soprattutto struzzi, pavoni e anatre, che servivano per la battute di caccia dei Borghese. Quando il parco divenne pubblico nel novecento questo edificio fu dapprima utilizzato come ufficio amministrativo e poi donato allo scultore Pietro Canonica, che lo utilizzò come casa – atelier. Oggi è stato trasformato in museo, dove si possono ammirare sia le opere dell’artista che visitare gli ambienti dove viveva.
Piazza di Siena
Piazza di Siena è una vasta area al centro del Parco di Villa Borghese e deve il suo nome alla città di Siena da dove era originaria la Famiglia Borghese. La famiglia voleva infatti avere un posto dove – come a Siena – si potessero svolgere manifestazioni sportive e feste popolari. Oggi questa vasta area viene utilizzata per svariati eventi pubblici come concerti all’aperto, ma è conosciuta soprattutto per l’annuale concorso ippico.
Orologio ad Acqua
Questo idrocronometro dell’ottocento fu originalmente costruito per l’esposizione mondiale a Parigi, poi collocato sul Colle Pincio sopra un isolotto di un minuscolo laghetto.
Obelisco del Pincio
L’Obelisco del Pincio o Obelisco di Antinoo è uno dei tredici obelischi antichi di Roma. Fu realizzato in Egitto sotto il regno e per volere dell’imperatore Adriano nel II secolo e dedicato al suo amante Antinoo.
Terrazza del Pincio
La Terrazza del Pincio è la più popolare tra le tante terrazze panoramiche di Roma. Fu realizzata nell’ottocento dall’architetto Giuseppe Valadier nel corso della risistemazione dell’antistante Piazza del Popolo. Per la sua posizione immersa nel verde e la sua splendida vista diretta su Roma e sulla cupola di San Pietro è molto amata da romani e turisti, fotografi e coppiette che dalle panchine della terrazza possono godersi degli splendidi tramonti.

DA DOVE SI PARTE?

COSA OFFRIAMO

Monumenti Storici

Durante il tour ci fermeremo in vicinanza dei monumenti elencati nel percorso, dando la possibilità ai visitatori di osservarli più attentamente e da vicino, con la possibilità di fare delle fotografie.

Facile da raggiungere

Partiamo a Piazza del Popolo, a 100 metri dalla stazione Flaminio della Metro A e 800 metri dalla Stazione Spagna della Metro A. Finiamo sempre a Piazza del Popolo, a 100 metri dalla stazione Flaminio della Metro A e 800 metri dalla Stazione Spagna della Metro A.

Tour Guidato

Sarete accompagnati durante tutto il tour da una nostra guida che ad ogni stop vi racconterà la storia e le curiosità del monumento. Essendo i gruppi molto piccoli avrete anche la possibilità di rivolgerle le vostre domande.

Equipaggiamento

Per questo tour forniamo ai visitatori una bicicletta, il casco, una bottiglietta d'acqua e a previa richiesta un seggiolino per bambini.

PREZZARIO

Scegli in che modalità vuoi fare il tuo tour di Villa Borghese e prenotalo qui.

Villa Borghese in Bici
2 Persone +
€30/Persona
  • Bicicletta + Casco
  • Tour Guidato
  • Bottiglietta d'Acqua
Villa Borghese in Bici Privato
2 Persone +
€45/Persona
  • Bicicletta + Casco
  • Guida Personale
  • Bottiglietta d'Acqua
Villa Borghese a Piedi
2 Persone +
€25/Persona
  • Tour Guidato
Villa Borghese a Piedi Privato
2 Persone +
€40/Persona
  • Guida Personale

Book Today

Aprile 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>